Questo sito utilizza soltanto cookies tecnici che non necessitano di consenso. Non raccogliamo altri dati personali sulla vostra navigazione. Se volete saperne di più andate alla pagina Cookie Policy

fontana a via della tribuna di san carlo

Via della Tribuna di S.Carlo collega largo dei Lombardi a piazza Augusto Imperatore e prende il nome dall'imponente tribuna, o abside, della chiesa dei Ss.Ambrogio e Carlo al Corso che qui si affaccia. Questa piccola via è degna di menzione perché conserva una piccola e graziosa fontana (nella foto sopra e nella foto 1), scolpita in un unico blocco di marmo e risalente probabilmente alla prima metà del XVIII secolo. Una lapide marmorea, posta sopra la fontana, così recita: "FONTANA SEMIPUBBLICA DELL'ACQUA VERGINE TRASLOCATA DALLA VIA DEL CORSO FRA I CIVICI N 442 E 443 ALLA VIA DIETRO LA TRIBUNA DI S.CARLO A DESTRA DEL CIVICO N 15 ANNO MDCCCLXXII".

dettaglio della fontana a via della tribuna di san carlo
1 Fontana


Le fontane "semipubbliche" erano destinate al pubblico ma le opere di manutenzione e restauro erano a carico dei proprietari delle mura degli edifici alle quali le stesse erano addossate: in cambio questi non pagavano la tassa per l'acqua e ne godevano il ritorno all'interno della loro proprietà. Originariamente, come l'iscrizione menziona, la fontanina si trovava addossata all'edificio di via del Corso, fra i civici 442 e 443, dagli inizi del Seicento fino ai primi dell'Ottocento sede dell'Ospedale dell'Arciconfraternita dei Lombardi, poi acquistato dalla famiglia Vitelli: probabilmente fu proprio in conseguenza della ristrutturazione del palazzo ad opera dei nuovi proprietari che, nel 1872, la fontana venne rimossa e trasferita nella sede attuale. Priva di alimentazione idrica, è formata da una vaschetta trilobata con ampio bordo, sostenuta da una scogliera, che riceveva acqua da un faccione grottesco inserito in un prospetto a volute laterali ed il fronte superiore a conchiglia.