Questo sito utilizza soltanto cookies tecnici che non necessitano di consenso. Non raccogliamo altri dati personali sulla vostra navigazione. Se volete saperne di più andate alla pagina Cookie Policy

Ponte Sublicio costituisce il prolungamento di via Marmorata e fu realizzato, su progetto dell'architetto Marcello Piacentini, per collegare le zone di Testaccio e di Ostiense con Trastevere. Il ponte, in muratura ed a tre arcate, misura 105 metri in lunghezza e 20 in larghezza. Rammenta nel nome il più antico ponte romano, situato invece più a monte e costruito con l'uso esclusivo di traversine di legno duro, dette nel linguaggio volsco "sublicae", donde il nome. Inizialmente, secondo il progetto del 1914, si sarebbe dovuto chiamare "ponte Aventino" per la vicinanza al mitico colle. La sua costruzione si interruppe precocemente a causa delle ristrettezze economiche conseguenti al primo conflitto mondiale; ripresi i lavori, il ponte fu inaugurato il 21 aprile 1919. Al progetto provvide l'architetto Piacentini e l'esecuzione dell'opera, affidata all'impresa Allegri, venne a costare 1.378.000 lire, rampe comprese.